Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Notarile

 

Notarile

I servizi notarili sono riservati ai soli cittadini italiani.

Il cittadino straniero che vuole far valere una procura o un atto notarile in Italia dovrà prendere contatto con un Notarius Publicus norvegese, che procederà alla stesura di un atto in lingua norvegese. Per essere fatto valere in Italia l’atto dovrà successivamente essere apostillato e tradotto in italiano. Si consiglia comunque di prendere contatto anche con uno studio notarile in Italia per definire la procedura e i dettagli, poiché di fatto sarà il notaio italiano che dovrà eseguire la volontà attestata nella Procura.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Ministero degli Affari Esteri

PROCURE

Tutte le procure, sia quelle generali che quelle speciali possono essere rilasciate solo dall’Ambasciata d’Italia a Oslo. La rete consolare onoraria non rilascia procure.
Si prega di leggere le informazioni disponibili sul sito del Ministero degli Affari Esteri riguardo le procure.

  • PROCURE GENERALI

Per richiedere una Procura generale l'interessato dovrà inviare la bozza di procura in formato word (predisposta da uno studio notarile in Italia) e copia del passaporto italiano a consolato.oslo@esteri.it, specificando nell’email se è un connazionale iscritto all’AIRE o se si trova temporaneamente/occasionalmente in Norvegia.

La bozza dovrà contenere le generalità complete (cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale) del mandante procura e del ricevente procura (procuratore, persona cui si intende conferire la procura).

Si prega di verificare con lo studio notarile se occorre la presenza di due testimoni alla lettura della procura. In tal caso, l’interessato dovrà reperire i testimoni e occorreranno le loro generalità, compreso il codice fiscale, che confluiranno nella procura. I testimoni dovranno essere in grado di comprendere la lingua italiana e si presenteranno con l’interessato all’appuntamento muniti di valido documento di riconoscimento.

Una volta ricevuta la bozza di Procura generale, l'ufficio consolare dell'Ambasciata vi contatterà per fissare un appuntamento.
Il giorno dell’appuntamento occorre portare con sé il passaporto o altro documento di riconoscimento in corso di validità.
La Procura generale verrà consegnata alla fine dell'appuntamento in copia conforme cartacea e dovrà essere trasmessa al notaio o al procuratore in Italia a cura dell'interessato. L’originale rimane agli atti presso l’ufficio consolare, nel repertorio annuale di riferimento.

  • PROCURE SPECIALI

Per richiedere una Procura speciale l'interessato dovrà inviare la bozza di procura in formato word (predisposta da uno studio notarile in Italia) e copia del passaporto italiano a consolato.oslo@esteri.it

La bozza dovrà contenere le generalità complete (cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale) del mandante procura e del ricevente procura (procuratore, persona cui si intende conferire la procura) oltre ai dati essenziali della specifica tipologia di procura richiesta.

Si prega di verificare con lo studio notarile se occorre la presenza di due testimoni alla lettura della procura. In tal caso, l’interessato dovrà reperire i testimoni e occorreranno le loro generalità, compreso il codice fiscale, che confluiranno nella procura. I testimoni dovranno essere in grado di comprendere la lingua italiana e si presenteranno con l’interessato all’appuntamento muniti di valido documento di riconoscimento.

Se il richiedente è coniugato e il regime patrimoniale prescelto è la comunione dei beni, in taluni casi la procura deve essere sottoscritta da entrambi i coniugi, si prega di verificare la sottoscrizione del coniuge con lo studio notarile di riferimento.

Una volta ricevuta la bozza, l'Ufficio consolare dell'Ambasciata vi contatterà per fissare un appuntamento. Il giorno dell’appuntamento occorre portare con sé il passaporto o altro documento di riconoscimento in corso di validità.
La Procura speciale verrà consegnata alla fine dell'appuntamento in originale cartaceo e dovrà essere trasmessa al notaio o al procuratore in Italia a cura dell'interessato. Una copia semplice della stessa sarà conservata agli atti presso l’ufficio consolare, nel repertorio annuale di riferimento.

  • REVOCA DI UNA PROCURA

Chi ha rilasciato una procura può in qualsiasi momento revocarla, a meno che nella procura non sia stato specificato che è irrevocabile. Per richiedere la revoca di una procura, l'interessato dovrà inviare una email a consolato.oslo@esteri.it, allegando una copia della procura che intende revocare. L'interessato dovrà provvedere a sua cura a trasmettere la revoca al procuratore e al notaio italiano presso il quale era depositata la procura.

ATTO DI RINUNCIA ALL’EREDITÀ

Per richiedere una Atto di rinuncia all’eredità l'interessato dovrà inviare la bozza dello stesso in formato word (predisposta da uno studio notarile in Italia) e copia del passaporto italiano a consolato.oslo@esteri.it

La bozza dovrà contenere le generalità complete (cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale) del rinunciatario, nonché i dati relativi al de cuius (persona che è deceduta e per la quale si è aperta in Italia in successione/eredità) e alla successione.

Si prega di verificare con lo studio notarile se occorre la presenza di due testimoni alla sottoscrizione dell’atto. Se il richiedente è coniugato e il regime patrimoniale prescelto è la comunione dei beni e/o se ha figli minori si prega di verificare con lo studio notarile di riferimento anche la sottoscrizione dell’Atto da parte del coniuge.

In presenza di figli minori residenti presso la circoscrizione consolare (i.e. in Norvegia e Islanda), l’ufficio consolare è tenuto ad accertare che rinunciare all’eredità sia anche nell’interesse dei minori. È dunque necessario emettere anche un Decreto consolare che accompagnerà l’Atto di rinuncia all’eredita’. In questo specifico caso, informazioni e tempistiche verranno comunicate via email in fase di definizione dell’appuntamento.

AUTENTICHE DI FIRMA E DI FOTOGRAFIA

L’autentica di firma è diversa dalla procura perché non è un atto notarile. Si tratta di firmare in presenza di un funzionario consolare un documento in proprio possesso, la cui firma è richiesta da un ufficio/ente, etc. in Italia o in Norvegia.
A riguardo si prega di notare che il DPR 445/2000 agli artt. 46 e 47 elenca le fattispecie per le quali un cittadino italiano o europeo può effettuare una autocertificazione da presentare alle autorità e alla pubblica amministrazione italiana, compilando apposita Dichiarazione sostitutiva di certificazione/di atto di notorietà, aggiungendo alla stessa una copia di passaporto o altro documento di riconoscimento in corso di validità.

L'interessato dovrà inviare una email a consolato.oslo@esteri.it per prenotare un appuntamento. Il giorno dell’appuntamento occorrerà portare con sé il passaporto o altro documento di riconoscimento in corso di validità e il documento su cui va apposta la firma da autenticare/fotografia da autenticare.

TARIFFA CONSOLARE
Nel rispondere alla richiesta di appuntamento l’ufficio consolare specificherà l’importo previsto per il servizio consolare. I costi dei servizi consolari aggiornati sono comunque sempre disponibili nella sezione Tariffe consolari e pagamenti online.


48