Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ingressi, quarantene, domande frequenti

Data:

11/10/2021


Ingressi, quarantene, domande frequenti

Per contenere la diffusione del virus SARS-COV-2 (Covid-19), le autorità di molti paesi possono adottare regolamenti e misure restrittive.  Si raccomanda ai connazionali di familiarizzare con le disposizioni in vigore, anche consultando il sito Viaggiare Sicuri.

Di seguito troverete informazioni sulle misure in ITALIA, NORVEGIA e ISLANDA

Si raccomanda di consultare le informazioni contenute nei link ufficiali dei governi e delle autorità sanitarie.

Ai cittadini italiani si raccomanda in particolare di prendere buona nota di quanto comunicato dal Miistero degli Affari Esteri in data 14/07/2021.
NOTA FARNESINA - Emergenza sanitaria COVID-19: raccomandazioni viaggi all'estero

 

Ingresso

Con la nuova ordinanza del Ministro della Salute del 28 agosto 2021 sono state aggiornate le regole applicabili ai movimenti da e per l'estero in vigore fino al 25 ottobre 2021. 

È consentito l'ingresso dai Paesi dell'elenco C (Paesi Schengen+, Israele, compresa Norvegia e Islanda) con l'obbligo di

  • presentazione, in formato digitale o cartaceo, di una certificazione verde da cui risulti, alternativamente, l'effettuazione di un tampone (molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo), l'avvenuta guarigione o l'avvenuta completa vaccinazione (da almeno 14 giorni con vaccino approvato da EMA). I certificati stranieri sono riconosciuti, purche' redatti in italiano, inglese, francese o spagnolo.

    Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all'ingresso in Italia nel Regno Unito si applicanio regole particolari.

    Minorenni: a) i minori di eta' tra i 6 anni compiuti e i 18 anni non compiuti, se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde non devono fare quarantena (ma devono fare il tampone, se e' prescritto per l'entrata); b) i minori di anni 6 non devono fare il tampone in alcun caso; sono anche esentati da quarantena se viaggiano con genitore/accompagnatore con certificato verde.

Per certificati verde, si intendono:
- i certificati verdi italiani di vaccinazione (da almeno 14 giorni), di guarigione o di test negativo (da non piu' di 48 ore);
- i certificati verdi di Paesi UE equivalenti a quelli italiani sopra indicati;
- i certificati stranieri che attestano vaccino (a seguito di una vaccinazione validata dall'EMA), guarigione o test.

  • compilare il modulo di localizzazione in formato digitale (al sitohttps://app.euplf.eu). La compilazione del modulo digitale, sostituisce la dichiarazione di cui all'art. 50, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021. In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceo. https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2021/05/modulo_rientro_sintetico_14_maggio.pdf. Si precisa che l’autodichiarazione resa alla Polizia di Frontiera dovrà sempre essere esibita in versione cartacea

Nel caso in cui non sia possibile presentare la certificazione verde Covid-19, è comunque possibile entrare in Italia, a condizione di: a) sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci (10) giorni, presso l’abitazione o la dimora, informando il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio; b) effettare un test molecolare o antigenico al termine dell’isolamento fiduciario.

Per conoscere, in maniera rapida ed agevole, le norme di ingresso in Italia, ci si può avvalere di un questionario, di carattere informativo e basato sulla normativa italiana attualmente in vigore, consultabile qui: https://infocovid.viaggiaresicuri.it 

Per maggiori informazioni, consultare l’Approfondimento disponibile sul sito ViaggiareSicuri: http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio

Applicazione di telefonia mobile "Immuni"
Tutti coloro che entrano in Italia sono invitati a scaricare la app Immuni, per il tracciamento degli utenti e la prevenzione del contagio da COVID19. Immuni avverte gli utenti che hanno avuto un'esposizione a rischio, anche se sono asintomatici. Immuni può essere scaricata da: https://immuni.italia.it.

Le informazioni sulle misure di contenimento adottate dal Governo italiano per far fronte all'emergenza covid-19 sul territorio nazionale (lista dei Decreti e delle Ordinanze) sono disponibili nelle pagine

Telefoni di pubblica utilità 1500 or 800912491

Pagina del Governo italiano sul Covid-19: http://www.governo.it/it/coronavirus
Pagina del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/home.html 

Ingresso
Dal 25 settembre 2021 è consentito l’ingresso in Norvegia a tutti i cittadini dello Spazio Economico Europeo (SEE)/Schengen, Regno Unito e ai cittadini di altri paesi residenti nei paesi SEE/Schengen, Regno Unito.

Rimane in vigore un sistema di classificazione a colori dei Paesi, nonché di singole regioni/aree (verdi, arancioni, rossi, rosso scuro, viola, grigi), in base alla diffusione del contagio. Si raccomanda di consultare la mappa aggiornata dalle autorità norvegesi, disponibile qui https://www.fhi.no/en/op/novel-coronavirus-facts-advice/facts-and-general-advice/entry-quarantine-travel-covid19.

Per informazioni sulla possibilità di entrare in Norvegia se non si è cittadini o residenti dei Paesi su indicati, consultare il sito del Direttorato per gli stranieri https://www.udi.no/en/about-the-corona-situation/.

Misure di controllo

Ingresso da Paesi/Aree verdi o arancioni

Ai viaggiatori indicati nel paragrafo precedente che provengono da Paesi/aree verdi o arancioni, senza ulteriori soggiorni o transiti in Paesi/regioni di colori diversi da quelli indicati, non si applicano restrizioni di alcun tipo (no tampone, no quarantena, non c’è obbligo di certificato vaccinale). L’Italia tutta è, al momento. classificata come arancione. Si raccomanda tuttavia di consultare sempre la mappa delle autorità norvegesi, al link già indicato, per verificare se vi sono variazioni di classificazione e quindi di misure di controllo applicate per l'ingresso.

Ingresso da, o con transito in, altri Paesi/Aree (rosso, rosso scuro, viola, grigio)
- Registrazione
Prima della partenza per la Norvegia, i viaggiatori devono pre-registrarsi nelle 72 ore antecedenti all'arrivo al link: https://reg.entrynorway.no/
- Test
Non e’ più necessario effettuare un test prima della partenza, ma per i viaggiatori che provengono da paesi/aree che non siano verdi o arancioni vige l’obbligo di sottoporsi ad un test rapido all’arrivo.
- Quarantena
La quarantena continua ad applicarsi ai viaggiatori provenienti dai paesi/aree rossi, rosso scuro, viola e grigi (o a chi transiti da questi paesi). Sono esenti dall’obbligo di quarantena i cittadini e residenti dello Spazio Economico Europeo (SEE)/Schengen e Regno Unito, ai quali è ora sempre consentito l’ingresso in Norvegia, che siano in possesso di un certificato europeo di vaccinazione o avvenuta guarigione dal COVID-19, riconosciuto dalle autorità norvegesi e verificabile tramite QR code.
I viaggiatori maggiorenni a cui si applica la quarantena possono terminarla sottoponendosi a un test PCR il quarto giorno dall’arrivo nel paese.
I viaggiatori minorenni sono esentati dall’obbligo di quarantena indipendentemente dalla provenienza.
Per ulteriori informazioni sulla normativa norvegese applicabile, consultare anche Quarantine and testing in Norway: These rules apply to you - Helsedirektoratet.

Ingresso nelle isole Svalbard
Per i viaggiatori che intendono recarsi nelle Svalbard, prima della partenza dalla Norvegia, non vi è più l'obbligo di effettuare il tampone, ma rimane l'obbligo di osservare la quarantena, laddove applicabile.

Per maggiori informazioni dalle Autorità norvegesi si rimanda ai siti

Governo norvegese sul Covid-19

Istituto Nazionale Norvegese della Sanità


Ingresso
E' consentito l'ingresso in Islanda a tutti i cittadini dei paesi dello Spazio Economico Europeo (UE-SEE)/EFTA e Andorra, Monaco, San Marino e lo Stato del Vaticano e ai cittadini di altri paesi residenti nei paesi dello Spazio Economico Europeo (UE-SEE) e Andorra, Monaco, San Marino e lo Stato del Vaticano nonché ai loro familiari:  https://www.logreglan.is/english/regarding-travel-restrictions-to-iceland-as-a-result-of-covid-19/

https://www.covid.is/categories/travel-to-and-within-iceland

Per verificare le misure che si applicano al vostro caso, ci si può avvalere del questionario online https://island.is/en/p/entry

Per informazioni e possibili esenzioni per viaggi di lavoro consultare il sito: https://www.landlaeknir.is/um-embaettid/greinar/grein/item43550/Work-quarantine

Registrazione
Prima della partenza per l'Islanda, i viaggiatori devono registrarsi, nelle 72 ore antecedenti all'arrivo, al link: https://visit.covid.is/

Test
- I viaggiatori in arrivo non vaccinati o che non hanno contratto il covid-19 devono presentare una certificazione (redatta in lingua islandese, danese, norvegese, svedese o inglese) di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti alla partenza o all’imbarco della prima tratta, ad un test molecolare PCR con risultato negativo. Non sono validi i test rapidi antigenici. Sono esenti da questo test i minori nati nel, o dopo il 2005, mentre il test deve essere effettuato da minori nati nel, o prima del, 2004.
Salvo le eccezioni, i viaggiatori hanno altresì l'obbligo, una volta entrati in Islanda, di sottoporsi ad altri due test, Il primo effettuato al momento dell'ingresso e il secondo dopo il quinto giorno di quarantena.
Anche i minori nati nel corso e dopo il 2005 possono essere sottoposti ad alcune misure di contenimento (tampone e quarantena).
- I viaggiatori in arrivo vaccinati o guariti da covid-19 devono presentare la certificazione del test (rapido o PCR) effettuato 72 ore prima della partenza o dell’imbarco della prima tratta.
Dal 1 ottobre sono esenti dal test prima della partenza i cittadini islandesi, i cittadini di altri paesi residenti in Islanda, persone con forti legami con l'Islanda. Questi viaggiatori devono sottoporsi ad un test (rapido o PCR) entro 48 ore dopo l'arrivo. Sono esenti dal test anche i minori nati nel, o dopo il, 2005.

Quarantena

I viaggiatori provenienti da paesi definiti a rischio (tutti ad esclusione della Groenlandia) devono osservare una quarantena di 5 giorni in una dimora che soddisfi determinati requisiti.
Sono esenti dalla quarantena i viaggiatori che
a) siano in possesso di certificazione medica di guarigione dalla malattia covid-19 (test PCR o test sierologico) in formato cartaceo o elettronico, incluso il certificato covid digitale UE, in lingua islandese, danese, norvegese, svedese o inglese;
b) abbiano completato la vaccinazione anti covid-19, effettuata con uno dei vaccini approvati dall'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e dell'OMS, almeno 14 giorni prima dell’ingresso e siano in possesso di un valido certificato di vaccinazione in formato cartaceo o elettronico, incluso il certificato covid digitale UE, in lingua islandese, danese, norvegese, svedese, inglese o francese o tradotto in una di queste lingue;
c) siano nati nel, o dopo il, 2005.
https://www.covid.is/sub-categories/certificates

Norme sulla quarantena: https://www.covid.is/sub-categories/quarantine 


Tutti coloro che entrano in Islanda sono invitati a scaricare l'applicazione di telefonia mobile di tracciamento "Rakning C-19".

Telefono di pubblica utilità 1700 (00354 544-4113 da telefoni stranieri).

Pagina del Governo islandese sul Covid-19: https://www.covid.is/

 


694