Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ingressi, quarantene, domande frequenti

Data:

13/10/2020


Ingressi, quarantene, domande frequenti

Per contenere la diffusione del virus COVID-19, molti paesi hanno adottato misure restrittive al movimento delle persone e regimi di quarantena per i propri cittadini e per i viaggiatori stranieri. Queste misure sono in fase di allentamento. Si raccomanda tuttavia ai connazionali all'estero di familiarizzare con le disposizioni in vigore in ciascun paese, anche consultando il sito Viaggiare Sicuri, e di monitorare i siti di compagnie aeree, navali e ferroviarie nonché quelli degli areoporti per informazioni aggiornate sulla situazione del traffico per il rientro in patria.

Di seguito troverete informazioni sulle misure adottate dall'ITALIA, dalla NORVEGIA e dall'ISLANDA nonché informazioni per i COLLEGAMENTI AEREI

 

Ingresso
dal 3 giugno è consentito liberamente, senza l'obbligo di quarantena, l'ingresso in Italia ai cittadini provenienti dalla Norvegia e dall'Islanda.

Si fa presente che per contenere il contagio sull'intero territorio nazionale, le autorità italiane hanno adottato per alcuni paesi disposizioni specifiche che possono comprendere l'obbligo di test molecolare, l'obbligo di quarantena (isolamento fiduciario), il divieto temporaneo d'ingresso. In questo link sono disponibili INFORMAZIONI DETTAGLIATE SULL'INGRESSO E GLI SPOSTAMENTI IN ITALIA E ALL'ESTERO  per i cittadini Italiani in rientro dall’estero e i cittadini stranieri che desiderano recarsi in Italia
(fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione).
Tale disposizioni si applicano anche in caso di sosta e transito nei paesi interessati nei quattordici giorni antecedenti l'arrivo.

Dal 9 luglio chi entra in Italia è tenuto a consegnare al vettore o alle forze di polizia, in caso di controlli, una autodichiarazione secondo il modello scaricabile QUI. Per chi entra in Italia per via aerea, l'autocertificazione può essere compilata anche al momento dell'imbarco.

Per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia è disponibile anche un questionario, di carattere meramente informativo, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore. Il questionario è scaricabile QUI (https://infocovid.viaggiaresicuri.it)

Obbligo di quarantena (isolamento fiduciario)

In aggiunta ai viaggiatori in arrivo da paesi per i quali è previsto l'obbligo di quarantena, essa si applica sempre a persone risultate positive al virus COVID-19 e a persone che hanno avuto contatti stretti con casi confermati positivi al virus. Le eccezioni all'obbligo di quarantena sono elencate nel D.P.M 07.08.2020
https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2020/08/dpcm_20200807.pdf

Applicazione di telefonia mobile Immuni
Tutti coloro si recano in Italia sono caldamente invitati a scaricare la app Immuni, per il tracciamento degli utenti e la prevenzione del contagio da COVID19. Immuni avverte gli utenti che hanno avuto un'esposizione a rischio, anche se sono asintomatici. Immuni può essere scaricata da: https://immuni.italia.it.

Telefoni di pubblica utilità 1500 or 800912491

La lista dei Decreti e delle ordinanze adottati dal Governo italiano sono disponibili nelle pagine
http://www.governo.it/it/coronavirus-misure-del-governo
e https://www.esteri.it/mae/en/ministero/normativaonline/normativa-altre-amministrazioni.html

- Pagina del Governo italiano sul Covid-19: http://www.governo.it/it/coronavirus
- Pagina del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/home.html 


Ingresso (Norvegia e isole Svalbard)
A partire dal 16 marzo 2020 sono stati temporaneamente re-introdotti i controlli in entrata ed uscita delle frontiere interne ed esterne dell'area Schengen. https://www.regjeringen.no/en/aktuelt/stricter-border-controls-being-introduced/id2693624/.
I viaggiatori in arrivo, in aggiunta al passaporto, devono poter documentare la loro residenza in un paese Schengen/UE.

Risposte alle domande più frequenti sull'ingresso nel paese fornite dal Direttorato per l'Immigrazione.

Le autorità sconsigliano ai residenti in Norvegia i viaggi non essenziali in tutti i paesi esteri.
Ultimo avviso ai viaggiatori del Ministero degli Affari Esteri.

Obbligo di quarantena
si applica a tutti i viaggiatori provenienti da paesi considerati ad alto rischio ("rossi"). Sono paesi dove l'indice di contagio superi i limiti fissati dalle autorità sanitarie norvegesi (meno di 20 casi positivi su 100.000 abitanti nel corso delle utlime due settimane e meno del 5% di test positivi in media per settimana nelle utlime due settimane).
A partire dal 16 agosto l'obbligo di quarantena riguarda praticamente anche l'intera Europa, compresa l'Italia. Informazioni dettagliate e la mappa dei paesi/aree "rossi" sono disponibili QUI (fonte: Istituto della Sanità norvegese)

Non sono consentiti gli spostamenti da e per paesi esterni all'area Schengen/UE. Eccezioni possono essere fatte per coloro che abbiano relazioni famigliari o affetti stabili in Norvegia (maggiori informazioni qui)  e per tecnici specializzati in missione lavorativa di durata massima di tre mesi (maggiori informazioni qui).

Modalità di quarantena (isolamento fiduciario)

Ai viaggiatori stranieri in arrivo da paesi per i quali vigono restrizioni per l'ingresso in Norvegia viene chiesto di rientrare al paese di origine. In alternativa devono osservare una quarantena di 10 giorni. I viaggiatori stranieri che sono in quarantena ma non mostrano segni di contagio al virus, possono lasciare il paese a condizione che siano attuate adeguate misure di controllo nel trasferimento dal posto di quarantena al posto di partenza.
La quarantena si applica sempre al viaggiatore in arrivo che abbia soggiornato o effettuato un transito, anche aeroportuale, in un Paese/area considerati ad alto rischio (ad eccezione dei transiti effettuati via terra - auto propria/mezzo privato/tour bus - senza pernottamenti o soste in luoghi pubblici) e a coloro che hanno avuto contatti stretti con persone positive al virus ("stretto contatto" è un contatto avvenuto entro 48 ore dal momento che la persona, risultata poi positiva, ha avvertito i primi sintomi dell'infezione).

Il sottoporsi a test sierologico o tampone con risultato negativo non sostituisce l'obbligo di quarantena per (1) i viaggiatori in arrivo da paesi ad alto rischio, (2) tutti coloro che hanno avuto contatti stretti con persone positive al virus (stretto contatto" è definito come un contatto avvenuto entro 48 ore dal momento che la persona, risultata poi positiva, ha avvertito i primi sintomi dell'infezione). Se si avvertono problemi alle vie respiratorie bisogna autoisolarsi.

Lavoratori UE/SEE: il Decreto legge norvegese sull‘emergenza COVID prevede che alcune categorie di persone possano essere esentate dall'obbligo di quarantena effettuando due tamponi (art.2, par.5a e par. 6). Una di queste categorie comprende persone provenienti da paesi EU/Schengen in arrivo in Norvegia per motivi di lavoro.
L'articolo 6c permette adesso che i cittadini UE/SEE che si recano in Norvegia per motivi di lavoro siano esentati dall’obbligo di quarantena durante l'orario nel quale svolgono il proprio lavoro in Norvegia, quando essi siano risultati negativi al test SARS-CoV-2 (tampone) eseguito all'arrivo in Norvegia. La quarantena va comunque rispettata nel tempo libero, fuori dall’orario di lavoro. Lo stesso vale per coloro che risiedono già in Norvegia, e vi ritornano da uno dei paesi “rossi”.
Un secondo test va effettuato non prima di 48 ore dal primo e non prima di cinque giorni dall'arrivo. A risultato negativo anche del secondo test, la quarantena non è obbligatoria neanche nel tempo libero. Il datore di lavoro norvegese è responsabile dell'organizzazione e del costo del test.
In caso di esito positivo di uno dei due tamponi, la persona deve entrare in isolamento, e il datore di lavoro dovrà informare le autorità locali competenti in modo che possa essere avviato il tracciamento dell'infezione.

Sono stati allestiti centri di campionamento per offrire ai viaggiatori in arrivo la possibilità di fare un tampone gratis ai principali posti di frontiera.

Informazioni dettagliate sulle modalità, la durata e le persone -contagiate o di contatto- che debbono osservare il regime di quarantena sono disponibili ai link di Helsenorge e FHI.

Per informazioni chiamare il numero 815 55 015, in caso di emergenza il numero 116 117.

- Pagina del Governo norvegese sul Covid-19.
- Pagina dell'Istituto Norvegese della Salute.

Ingresso: sono consentiti gli spostamenti da e per i paesi UE/SEE e Schengen, dal Regno Unito, nonché Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Inoltre, in linea con le decisioni comunitarie, è permesso l'ingresso ad altri 12 paesi terzi (esterni all'area UE/Schengen).  Per i cittadini provenienti da altri paesi è permesso l’ingresso solo per viaggi di carattere essenziale.
https://www.utl.is/index.php/en/about-directorate-of-immigration/news

Quarantena (isolamento fiduciario): a partire dal 19 agosto 2020 tutti i passeggeri in arrivo in Islanda, turisti e residenti, indipendentemente dalla durata del soggiorno o dallo scopo della visita, possono scegliere o di osservare una quarantena di 14 giorni oppure di effettuare una procedura di doppio screening-
Il doppio screening comprende due tamponi ed una quarantena di 5-6 giorni nell'intervallo tra i due campioni. Il primo tampone è a pagamento ad un costo, a carico del viaggiatore, di 9.000 ISK (se effettuato alla registrazione del viaggio) o 11.000 ISK (se effettuato all'arrivo in Islanda), circa 60-80 euro. Il secondo tampone è gratis. Coloro che risultano negativi al secondo tampone non sono più tenuti a prendere precauzioni particolari; coloro che risultano positivi devono auto-isolarsi.
I minori nati nel e dopo il 2005 sono esenti dalla procedura di doppio screening. Sono esenti anche i passeggeri in arrivo che abbiano soggiornato per almeno 14 giorni in aree definite a basso rischio: isole Faroe e Groenlandia (dal 14 maggio) e Danimarca, Norvegia, Finlandia e Germania (dal 16 luglio)  https://www.covid.is/categories/tourists-travelling-to-iceland
https://www.landlaeknir.is/um-embaettid/greinar/grein/item42647/Welcome-to-Iceland--dear-traveller--%20What-happens-next

I viaggiatori vengono registrati in quarantena utilizzando il modulo di registrazione che si deve compilare obbligatoriamente prima o al momento dell'arrivo nel paese. Il modulo è disponibile al link: https://visit.covid.is/.


Le modalità di quarantena (che variano se per motivi di viaggio e a causa di contatto con persone positive) sono disponibili in questo link: https://www.landlaeknir.is/servlet/file/store93/item42645/Instructions%20for%20travellers%20in%20quarantine%2015.08.2020.pdf

Ai turisti viene raccomandato di scaricare l'applicazione mobile di tracciamento islandese Rakning C-19.

In caso di necessità contattare il numero telefonico 1700 (00354 544-4113 da telefoni stranieri).

- Pagina del Governo islandese sul Covid-19: https://www.covid.is/.

 

Ad eccezione di un volo Ryanair Begamo-Torp, non ci sono al momento volo diretti tra Italia e Norvegia, e neppure tra Italia ed Islanda. Le connessioni sono possibili con scalo in altre maggiori città europee (Stoccolma, Copenaghen, Amsterdam, Francoforte, Zurigo, Parigi ecc...). Verificare sempre con le compagnie aeree l'operatività effettiva dei voli, che possono essere cancellati con breve preavviso.

 


694