Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Conferenza presso Comitato Dante Alighieri di Bergen a completamento celebrazioni 750mo anniversario della nascita del Poeta.  

 

L’Ambasciatore Giorgio Novello ha nuovamente visitato Bergen (20 e 21 novembre).

La visita é culminata la sera del 20 novembre nella prestigiosa cornice di Bryggen (il quartiere “anseatico” della città, con le sue antiche splendide case in legno inserite nella lista UNESCO del patrimonio storico e naturalistico dell’umanità), quando l’Ambasciatore ha parlato ai membri del Comitato cittadino della Società Dante Alighieri sul tema  “Dante, uomo del Medioevo, uomo di oggi”. Egli ne ha sottolineato in particolare la grande attualità del messaggio di impegno sociale e politico, trasmesso sia dalla sua opera che dalle vicende della sua vita. 

L’Ambasciatore  ha nuovamente informato sui “Parchi Letterari”. 

L’incontro e’ stato aperto e coordinato dalla Presidente del Comitato di Bergen, Graziella Van Den Bergh, e ha visto la partecipazione di Marco Gargiulo, docente di italianistica presso la locale Università, e del Console Onorario Erik Nordgreen. 

Si é così concluso, in un altro luogo simbolo della storia norvegese, il ciclo di attività promosse dall’Ambasciata in occasione del 750. anniversario della nascita del Poeta anche in collaborazione con autorità locali ed accademiche norvegesi e che aveva visto precedenti tappe a Skien, Stavanger e Tromsoe. Tale ciclo ha avuto luogo in piena sinergia ed in stretta collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo  e con i Comitati della Società Dante Alighieri in Norvegia, promotori ed organizzatori di articolati e ricchi programmi al riguardo (significativamente proprio la sera precedente la visita a Bergen dell’Ambasciatore, il dantista norvegese Trond Berg Eriksen aveva parlato dell’ “Inferno” alla prestigiosa Litteraturhuset di Oslo nel contesto di un evento promosso dallo stesso Istituto Italiano di Cultura). 

L’esperienza di questo Anno Dantesco potrà contribuire alla programmazione delle attività dell’anno prossimo del sistema-Paese italiano attivo in Norvegia nel settore della cultura, ad iniziare dalle riunioni congiunte calendarizzate ad Oslo già nelle prossime due settimane.