Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

La portaerei “Garibaldi” e la nave “San Giorgio” sono impegnate nell’esercitazione Nordic Response 2024 in Norvegia

NR24_5

L’Ambasciatore d’Italia a Oslo Stefano Nicoletti si è recato a Harstad, nel nord della Norvegia, dove è salito a bordo della portaerei “Garibaldi” della nostra Marina Militare che partecipa, unitamente alla nave “San Giorgio”, all’esercitazione militare multinazionale Nordic Response 2024. Scopo dell’esercitazione è il coordinamento tra le Forze Armate dei paesi partecipanti nella capacità di difesa in situazioni di emergenza e crisi. L’esercitazione coinvolge i Paesi nordici e altri Paesi membri della Nato al fine di migliorare la condivisione delle migliori pratiche nell’ambito della prontezza operativa, della pianificazione congiunta e della capacità di gestire scenari complessi, quali emergenze umanitarie, crisi ambientali o conflitti armati nella regione nordica. In uno scenario così complesso, è di rilievo il ruolo assegnato ad un ammiraglio italiano, il Contrammiraglio Valentino Rinaldi, quale Comandante della Forza Anfibia multinazionale.

A bordo della San Giorgio vi è la Brigata Marina San Marco, unità della Marina Militare Italiana specializzata in operazioni anfibie e costiere. La brigata partecipa regolarmente a missioni di peacekeeping, peace enforcement e crisis response sotto l’egida delle Nazioni Unite, della Nato e dell’Unione Europea.

Su invito del Capitano di Vascello Marco Guerriero, Comandante della portaerei “Garibaldi”, e del Capitano di Vascello Eugenio Santoiemma, Comandante della nave “San Giorgio”, l’Ambasciatore Nicoletti ha fatto visita alle due unità navali e ai relativi equipaggi, per un totale di più di 800 militari italiani che prendono parte alla Nordic Response 2024.

Erano inoltre presenti alla visita la Sindaco di Harstad, Kari-Anne Opsal, l’agente consolare italiana a Svolvaer, Anniken Ellingsen, il Contrammiraglio Massimiliano Grazioso, Comandante della Landing Force e Comandante della Brigata Marina San Marco, il Contrammiraglio Michele Orini, Comandante della Terza Divisione Navale e dell’Amphibious Task Group e il Colonnello Massimiliano Frassero, Comandante del 2° Reggimento Alpini in attività a Masi.

A bordo, l’Ambasciatore Nicoletti ha rivolto agli equipaggi un breve discorso nel corso del quale ha affermato: “La presenza del vostro gruppo navale anfibio nell’ambito di questa importante esercitazione Nato ribadisce le capacità della nostra Marina Militare. Quella di oggi è una Marina Militare italiana di primissimo livello, rappresentativa di un Paese importante come l’Italia, che è attivo protagonista nella politica internazionale ed europea e capace di svolgere una importante diplomazia di pace e sviluppo.”

Harstad, dove le due unità sono ancorate, è una delle basi logistiche dell’esercitazione Nordic Response 2024. La cittadina svolge un ruolo significativo nella difesa artica grazie alla sua posizione strategica lungo la costa settentrionale della Norvegia, vicino al Circolo Polare Artico. La regione artica ha acquisito una maggiore importanza strategica a causa del cambiamento climatico e della crescente attenzione verso le rotte di navigazione artiche e le risorse naturali della regione. Harstad ospita inoltre una base militare norvegese, che include la stazione della Guardia Costiera e svolge un ruolo importante nella sorveglianza della regione artica, monitorando le attività navali e aeree e fornendo risposta alle emergenze marittime.

Il Contrammiraglio Valentino Rinaldi assieme all’Ambasciatore Stefano Nicoletti.