Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Festa Nazionale: celebrazione in Residenza con i Connazionali. Ospiti d’onore: due protagonisti della Liberazione.


La ricorrenza della Festa Nazionale é stata
festeggiata con i Connazionali in Residenza, venerdì 27 maggio. 


Anche quest’anno il Maestro Pietro Simone,
tenore dell’Opera di Oslo, ha arricchito la giornata eseguendo, con lo
splendido accompagnamento al pianoforte della pianista Dorina Komani, un brano
di Giuseppe Verdi: l’aria “Dal labbro de’ veggenti” dal
“Nabucco”. Quel Verdi che, come ha ricordato l’Ambasciatore Giorgio
Novello ricevendo gli Ospiti assieme alla consorte Biancamaria, costituisce la
“colonna sonora” del nostro Risorgimento, culminato nella
proclamazione del Regno d’Italia il 17 marzo 1861. Esattamente settant’anni fa,
così sempre l’Ambasciatore, il nostro Paese tornava finalmente alle urne in
piena libertà, decidendo del suo futuro assetto istituzionale con il referendum
del 2 giugno 1946, eleggendo in quello stesso giorno l’Assemblea Costituente e,
per la prima volta nella sua storia, chiamando al voto anche le donne. Una
triplice ricorrenza di assoluto rilievo, celebrata anche qui in Norvegia in una
fase in cui i rapporti di quest’ultima con l’Italia sono cordialissimi ed
intensi grazie anche al pieno successo della visita di Stato di Re Harald e
della Regina Sonja in aprile a Roma e a Milano.


Il momento culminante della celebrazione si
è avuto con la consegna del Diploma e della medaglia commemorativi del 70.
anniversario della Liberazione a due concittadini che ne furono protagonisti,
che da tempo risiedono in Norvegia e che sono qui molto conosciuti e stimati:
Marco Baù e Bruno Forcella. L’Ambasciatore ha dato lettura della lettera con la
quale la Consigliera Diplomatica della Ministra Pinotti annuncia il
conferimento di tale distinzione ed ha espresso ai due Connazionali la
gratitudine di tutta la comunità italiana in Norvegia. Marco Baù e Bruno Forcella
hanno rivolto parole di saluto ai numerosissimi partecipanti; hanno ricordato i
loro compagni caduti in quegli anni lontani; hanno espresso la loro profonda
fiducia nelle grandi qualità del nostro Paese. L’affetto e la vicinanza dei
presenti per Marco Baù, per Bruno Forcella e per i loro familiari presenti,
sono stati evidenti.

L’Ambasciatore Novello ha poi presentato ai
Connazionali l’evento itinerante destinato a portare le eccellenze italiane per
la Norvegia durante un intero anno, in sette tappe in sei città che
comprenderanno decine di eventi nei settori politico, economico, culturale e
sociale. Ha confermato la scelta del logo e del motto proposti da Paolo Mocci,
dello studio Innoi di Kirkenes: “Under the Sign of Excellence. Italia
presenterer seg i en roadshow gjennom norske byer
“, alla presenza
dell’autore che ha pubblicamente ringraziato. Ha inoltre confermato la
decisione di utilizzare a maggior caratterizzazione di alcuni eventi
specifici, il motto proposto da Laura Pavan “Nuovi trovatori d’Italia
sulle strade della Norvegia
“. 

Gli inni nazionali norvegese ed italiano,
tradizionale e doverosa conclusione delle commemorazioni, sono stati infine
magistralmente eseguiti anch’essi dal maestro Pietro Simone e dalla pianista
Dorina Komani.

 

Nel corso della giornata, la Residenza ha
nuovamente aperto le proprie porte per offrire ai Connazionali la possibilità
di partecipare alla terza tappa dell’Evento Itinerante. Tale tappa é stata
doppia, in quanto si e’ articolata in una visione anticipata della Mostra
Luci del Nord“, composta da microsculture ispirate all’aurora
boreale di Patrizia Fratta e di Teresa Arslan; ed una commemorazione di
Francesco Negri, che raggiunse Capo Nord nel 1666 e il cui resoconto é stato
recentemente ristampato da Leading Edizioni, casa editrice diretta da Ada
Grilli e partner dell’Evento Itinerante.

 

L’intenso programma di celebrazioni ha
offerto infine una conferenza della nota storica, Prof.ssa Elisabetta
Cassina Wolff, organizzata dall’Ambasciata presso la sede della prestigiosa
istituzione “Fritt Ord” e dedicata a “Il progetto repubblicano in Italia: dagli ideali di mazzini al referendum del 1946“.  

 

 

 Testa2016receivingline

L’Ambasciatore
Giorgio Novello e la signora Biancamaria (a sinistra) pronti a ricevere i
Connazionali insieme al Primo Consigliere Tommaso Andria, il Direttore
dell’istituto di Cultura Luca Di Vito e la sig.ra Graziella Varalta

Festa2016_benvenuto

L’Ambasciatore durante il suo discorso di benvenuto

  

Festa2016-musica 

Il maestro Pietro Simone e la pianista Dorina Komani durante l’esecuzione dell’aria “Dal labbro de’ veggenti” dal Nabucco di Giuseppe Verdi

  

Festa2016-discorsopartigiani
Un momento particolaremente toccante del Ricevimento: la consegna del Diploma e della Medaglia commemorativi del 70. anniversario della Liberazione ai concittadini Marco Baù e Bruno Forcella

 

Festa2016-partigiani
Festa2016-Bau3  Festa2016-Forcella 

 

Festa2016-Bau1


L’ascolto
attento e raccolto dei presenti 

 

Festa2016-2
L’Ambasciatore con Leonardo, il più giovane partecipante alle celebrazioni, ed i suoi genitori

 

Festa2016-1
Momenti del ricevimento all’interno della Residenza e fuori in giardino

 

Festa2016-buffet

Festa2016-3

 

Festa2016-mostra2 
Le teche con le microsculture della mostra “Luci del nord” pronte per essere esibite

Festa2016-mostra
L’Ambasciatore illustra la mostra ad alcuni ospiti

 

Festa2016_MiscaliNegri

L’Ambasciatore con Francesco Silvestro e Monica Miscali durante la commemorazione di Francesco Negri

 

Festa2016
Conferenza della prof.ssa Elisabetta Cassina Wolff presso  Fritt Ord: il Primo Consigliere Tommaso Andria durante l’introduzione

FestaCassina2

Un momento della Conferenza

 

– Filmati (Raffaello De Crescenzo)

– Discorso dell’Ambasciatore: https://www.youtube.com/watch?v=ytuyjNaKNG4

– Inno Nazionale norvegese: https://www.youtube.com/watch?v=_q-abJgk8Wg

– Inno Nazionale
italiano:
https://www.youtube.com/watch?v=-aC8YkN4Xg0